Una corsa affannosa…

Come ogni volta…racchiudo i miei pensieri in una solita sera solitaria…musica alle orekkie e tanta fantasia e voglia di scrivere.Ogni respiro accompagna una lettera della tastiera che velocemente scorre sotto la pressione leggera delle mie mani,dando sfogo alla mia creatività che contribuisce a creare un intervento da zero…ankora una volta…ankora qui.
 
Il mio affannoso desiderio di imprimere i miei pensieri qui…non si placa..per l’ennesima volta non si placa…come una voglia inafferrabile di cibo da servire alle mie invisibili membra o come l’inestimabile desiderio dei miei occhi di trovare conforto in una semplice e soffice diga di seta per arginare le lacrime…;
sono ancora qui,da solo,nel buio della mia stanza…si riaffacciano nella mia mente le immagini del passato,quello che ha ferito la mia anima,rientra prepotente nella mia vita,io mi difendo a malapena,forse perchè stasera voglio farmi male,voglio soffrire per emozionarmi…;
si dice si vivi una volta sola…ma se vivi senza nutrirti di emozioni è come se non fossi mai esistito perchè le emozioni guidano l’uomo inteso come essere umano nella sua vita di ogni giorno…ed i ricordi sono come case che dopo un pò di anni abbandoni…se ci rientri,dopo tornano alla mente quelle immagini,le immagini bellissime della tua vita in quella casa,assieme alle persone importanti o no,della tua vita.
Ogni tanto rientrano nei tuoi pensieri,nella tua mente,magari una canzone che stai ascoltando ti fà tornare al tempo dove i sospiri accompagnati da quella canzone non erano solitari…i tuoi,ma anche suoi…i sospiri che lentamente si affievolivano nello sforzo di mozzare l’emozione più grande..quella che ti porta a dire cose che generalmente non dici ogni giorno; ma poi arriva un giorno che ti trovi a chiudere con il tuo passato per esigenza,ma fino ad allora non era il tuo passato,era il tuo presente,quello da vivere,quello da mostrare a tutti…e poi in un solo colpo,in una sola parola diventa passato,per tuo volere si…e forse passi gran parte della tua vita magari rimpiangendo quelle parole,dette per esasperazione, ma che dopo un lungo periodo passato a rifletterci su,pensi di aver pesato male…e allora ti domandi…Era meglio soffrire?…e la risposta è semplice…No…non era meglio soffrire…perchè il cuore ha solo bisogno di conforto,e in un attimo di debolezza pensa che per evitare quella situazione in cui ora riversa era meglio soffrire…stupide espressioni di un cuore eternamente depresso e innamorato.
 
Medito solitario su ciò che non è mio,in genere ogni essere umano si dispera per ciò che non può avere…cioè l’iniziale forma di malcontento umano deriva da un’insoddisfazione personale per non riuscire a raggiungere i propri obiettivi,i propri desideri….vedere non realizzate le proprie aspirazioni…ed è una condizione in cui vivono tante persone,forse troppe…che hanno tanta,forse troppa paura di rischiare per non soffrire più.
I pensieri si accavallano nella mia mente,come sempre data la loro esagerata presenza nella mia testa difficilmente riesco ad amalgamarli per bene.
 
 
"Non so con chi adesso sei…Non so che cosa fai…" recitava Lucio Battisti in "E penso a te"…ed è il pensiero + forte che al momento è riuscito a catturare l’azione delle mie mani.
 
 
CIBA.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Una corsa affannosa…

  1. Lylly ha detto:

    oh…mannaccia….per trovare un intervento senza commento ce ne ho messo di tempo!!!……..Si si….se hai così successo ora..pensa a quando scriverò le tue memorie…!!! leggendo ho anche pensato al titolo….breve ed efficace…!!! Comunque il mio intento stasera nel trovare un post senza commenti…non era solo per potermi distinguere (come mi piace fare–ahhahaha !!) ne per riempirti di complimenti…tanto sai già cosa penso di te…della stima che nutro verso il tuoi pensieri…il tuo animo…nobile e gentile ma anche tanto stanco!!….Io non reputo la tua scrittura triste..anzi!!!! la tua scrittura è inversamente allegra e fittizia….Aspetta però non è una battuta..!!! anzi….io credo una cosa: ognuno di noi ha un mondo "triste" dentro….anche l\’uomo più felice della terra ha un pò di Leopardi in sè….a differenza di tutti però, tu nel premere con le tue dita questi piccoli tasti riesci a riportare per iscritto un mondo che non è solo il tuo…………. ma appartiene tutti: piccoli, grandi, felici, infelici,i delusi…gli speranzosi…i cinici…i razionali…… i CRITICI…( come me)…i contraddittori e incoerenti…e quelli che hanno un macello dentro che neppure loro riescono a spiegare!! Tu hai una grande abilità Ciro… riesci a mettere ordine nella mia testa..ma soprattutto nella mia anima…….e Non è facile…!!!! allora io stasera volevo soltanto dirti una cosa…… : semplicemente…GRAZIE…….!!! un bacio….lylly….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...